Vai al contenuto

Bio

Sauro Todaro
1965.
Roma – Fukuoka

Ha affiancato la sua formazione artistica, svolta presso i seminari dell’Accademia di Belle Arti di Roma (1982), ad una rilevante militanza nelle culture “street”.
Evidenti sono le influenze dall’action-painting della Scuola di New York e del Graffitismo
Più che il Tag ripetuto , o le composizioni multicolori e intrecciate dei writers, gli interessano il segno insignificante e l’action cromatica del writers sconosciuto.
Il segno libero del Wild Style è un ritorno alle origini alla purezza all’essenza, al di fuori di formalismi accessori.
La realtà è cambiamento, e nei suoi nuovi lavori è presente una esigenza forte di ricerca del colore e uno studio sulla luce dove predomina il bianco.
Lo spazio è visto come un’unità, definita attraverso le sensibili riduzioni di tono
I dipinti sono ridotti al minimo nella linea, nel gestol, nella forma e il colore è protagonista assoluto.
Espone in diverse mostre personali e collettive, nazionali e internazionali.
Vive e lavora tra l’Italia ed il Giappone.
.